ALICE

RIGUARDO ALLO SPETTACOLO

“«Oh, non puoi evitarlo» ribatté il Gatto: «siamo tutti matti qui. Io sono matto, tu sei matta.» «E da cosa giudichi che io sono matta?» «Devi esserlo perché altrimenti non saresti qui. »”

Il mondo di Alice inizia da un grande litigio con tutto ciò che È reale, poi attraverso la tana del Bianco Coniglio lei si nasconde in una dimensione confusa e precaria, dove tutto PUÒ essere reale. Tre generazioni si rincorrono vorrebbero salvarsi a vicenda tutte e tre sono già passate o ci stanno arrivando in questo mondo del non senso, del paradosso, del grottesco, dove tutto è il contrario di tutto e varie sono le chiavi di accesso.